COTOLANZANE – Vegan

veg foodcotolette-di-melanzane-2Le cotolanzane sono una bomba! Cosa sono? Semplici cotolette di melanzane, impanate e soffritte come quelle che facevano le nostre mamme e le nostre nonne…… quasi! 😀 Qual è la novità? Che nell’impanatura non c’è l’uovo! E quindi, sono più leggere…..
Le ho poggiate su cracher di riso e di cereali, con una spennelllata di formaggio veg autoprodotto: e chi se l’aspettava fossero così buone, croccanti fuori e morbide dentro? Gustosissime, tanto che userò questa ricetta anche come base per la parmigiana…..ho fatto anche le polpettine con la pastella di ceci avanzata, come faceva mia madre ogni volta che impanava: è quella che fa da pistillo del fiore di melanzane 😀 buone pure quelle!

– Difficoltà: bassa

– Preparazione: 15 min

– Cottura: 30 min

– Dosi per: secodo quantità

– Costo: basso

Ingredienti :
  • – melanzane
  • – farina di ceci
  • – acqua o latte di riso senza zuccheri aggiunti
  • – sale e pepe
  • – pangrattato
Istruzioni :
Tagliare le melanzane a dischi non troppo spessi.
Preparare la pastella mescolando la farina di ceci, acqua, sale e pepe, se vi piace,  oltre alle spezie preferite (io ho utilizzato un mix di zenzero, curry, prezzemolo e noce moscata). Il procedimento è semplice, ma deve essere fatto con cura per evitare che si formino grumi: mettere un cucchiaio di farina in un piatto fondo (dose per una melanzana media; aumentare a seconda della quantità), il sale e le spezie, ed aggiungere poco per volta il liquido, acqua o latte di riso, mescolando bene, fino ad ottenete un composto cremoso non troppo denso (e neanche troppo liquido…. ).
Versare il pangrattato in un piatto piano.
Prendere una fetta di melanzana per volta, immergerla nella pastella, lasciando che si intrida abbondantemente, poi passarla nel pangrattato in modo che rimanga ben ricoperta dappertutto.
Io ho fatto anche un paio di polpettine con la pastella di ceci avanzata e un po’ di pane grattugiato, proprio come faceva mia madre ogni volta che impanava: è quella che fa da pistillo del fiore di melanzane sulla foto  buone pure quelle!
Infine cuorere in padella con abbondante olio caldo. Quando il pangrattato inizia a colorarsi, toglierle dall’olio e metterle su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
Personalmente, preferisco cuocerle al forno, perchè rimangono più leggere: preriscaldare il forno, mettere su una teglia un foglio di carta da forno ed ungerlo di olio di girasole (utilizzare un pennellino), quindi cuocetele a 200° per una ventina di minuti; estrarle dal forno, poggiarle in un piatto ed ungere nuovamente la carta forno con un pennellino intriso in un po’ di olio di girasole, rimettere le melanzane voltate dall’altro lato, e far cuocere ancora per una decina di minuti.
Rimangono belle morbide dentro e con una deliziosa e croccante crosticina fuori.
Consigli :
La buccia è liscia e non si impastellerà bene, si può lasciarla o volendo toglierla e magari riciclarla per un sugo.
Una parte le ho mangiate così, belle calde con un goccio di maionese, una parte le ho poggiate su cracher di riso e di cereali, con una spennelllata di formaggio veg autoprodotto, ma sarebbero ottime anche dentro un panino con insalata, volendo ketchup e qualsiasi cosa vi viene in mente, tipo burger.
E provarle come base per la parmigiana….. non vi pare un’ottima idea?
Versione senza glutine: sostituire il pangrattato con la farina di mais
Versione senza nichel: usare la farina 00 per la pastella, il pangrattato non deve essere di farina integrale e vanno cotte in forno oliate solo con olio di oliva.
Conservazione :
Non si dovrebbe porre il problema…… ma conservate in frigo, il giorno dopo sono ugualmente ottime, fredde o e leggermente scaldate al forno o al microonde, magari con un po’ di formaggio fondente (veg o no, a seconda dei gusti): mantengono gusto e croccantezza.
–          Ricetta modificata, suggerita da Vegan in Italy e tratta da VeganChef88
 ( L’ARCA di EVA & FRIENDS 2016 condotta da  Aida Vittoria Éltanin )

cotolette-di-melanzane-1 cotolette-di-melanzane-3

I commenti sono chiusi.